SCULTURE GRANDI

- Noce/Cervello -
- cibo per la mente - 2015

polistirolo espanso, smalti acrilici
cm 1,30 x 1,40 x 2,00





Sia letteralmente che in modo figurato, le noci sono “il cibo del cervello” - “ cibo per la mente” Fisicamente la noce è molto simile al cervello umano. Il sottile strato verde che copre esternamente le noci, prima di come le vediamo esposte nei supermercati, è simile al cuoio capelluto. Il duro guscio di una noce è paragonabile ad un teschio. 
La sottile membrana dentro, che funge da partizione tra le due metà della noce, è come la membrana cerebrale. 
 La forma della noce stessa richiama i due emisferi del cervello umano.
Secondo la Signatura Rerorum (Firma delle cose) tutti i tipi di frutta e verdura seguono un modello che rispecchia gli organi del corpo umano, ai quali apportano significativi benefici.
Le noci sono costituite dal 15 al 20 % di proteine e contengono acido linoleico(omega-6 acidi grassi) e di acidi alfa-linoleici (acidi grassi omega-3 che sono particolarmente utili per le funzioni cerebrali e per le membrane cellulari). La vitamina E e la vitamina B6 le rendono un’ottima fonte di nutrimento per il sistema nervoso . Le noci possono anche aiutare a correggere i livelli di serotonina del cervello umano. La Serotonina è una importante sostanza chimica del cervello che controlla sia il nostro umore e che il nostro appetito. Sempre le noci potrebbero essere in grado di alleviare i disturbi come insonnia, depressione, e altri comportamenti compulsivi, comunemente trattati con farmaci antidepressivi, come il Prozac, senza il pericolo di effetti collaterali.








- La caduta, 2014 - 

"Se cado, mi rompo e cambio.
Se non cado, non mi rompo e non cambio".


marmo bianco di Carrara in sei pezzi su specchi, 
cm 2,00 x 1,00  (misure istallazione)







- Reinventarsi, 2012 -
“Dare un taglio al passato, richiede un cambiamento radicale”
marmo bianco di Carrara in sei pezzi , su pannello di legno cm 2,30 x 85,5









                                                            

                       

- Coltello, 2011 - 
marmo bianco di Carrara 1,85 x 10 x 20cm , filo di acciaio




Un coltello, è un coltello.
Se un coltello potesse parlare..
Che direbbe? Cosa vorrebbe? Come vivrebbe?
Io me lo immagino schietto e sincero, senza troppi problemi nell’affrontare la vita.
Costante, diretto, tagliente…



Per  gli antropologi "il coltello è stato uno dei primi attrezzi progettati dagli esseri umani per sopravvivere" ;
 il doppio senso è esplicito.
“Diamo un taglio a ciò che è invisibile agli occhi...Alle emozioni passate. All'abitudine. Al rimorso. All'orgoglio"









- Orgoglioso, 2011 -

marmo bianco di Carrara  90 x 40 x 30 cm







                   



- Divina , 2010 -
marmo ordinario di Carrara  1,00 x 25 x 50 cm









- Adesso vado. Dove? , 2009 -
polistirolo espanso  4,00 x 1,00 x 1,00 cm







- Pigro è l’aspetto, 
disastroso è , 2008 -

polistirolo espanso 4,00 x 3,50 x 1,00 cm


Commenti

Post popolari in questo blog